Storia di infiniti successi: Intervista a Vittorio Masciarelli

vtt imm blog

Questa non è una storia di successo ma una storia di infiniti successi. 

Vittorio Masciarelli, Fashion producer e beauty consultant di fama internazionale, spiega a FAA Magazine il suo lavoro, ormai ventennale, a capo di Bookin’Agency e la direzione Artistica di Fashion Avenue Academy.

Vittorio Masciarelli racconta il suo fashion business, fatto da eventi internazionali , sfilate di Moda, shooting fotografici, e la regia operativa e coordinamento artistico  della Shangai Fashion Week e dell’evento internazionale di Apertura “100 top Designer". 

Questa è una storia di successo che affronta il presente, affonda le sue radici nel passato e nell'esperienza ma si proietta con forza ed imprenditorialità nel futuro.

 

 

Sei la voce e il volto di Garnier e Maybelline NY, sei un fashion&beauty consultant affermato da tempo e sei a capo di Bookin'Agency. I clienti, gli stilisti si affidano completamente a te e alle tue competenze. Quanto è importante instaurare un rapporto con il cliente?

Instaurare il rapporto con il cliente è assolutamente tutto nel mio lavoro.

Partiamo dal presupposto che molte persone mi dicono “Che fortuna che hai, Vittorio, fai un lavoro artistico!”. Io rispondo che non faccio un lavoro artistico: il mio compito è comprendere cosa vuole il cliente e in quello sono bravo ed è brava Bookin’Agency attraverso di me. Noi riusciamo a comprendere ciò che vuole il cliente, riusciamo a trasformarlo in immagine, riusciamo a trasformarlo in eventi e questo è il nostro cavallo di battaglia. 

Quindi saper creare un’immagine e comprendere ciò che il cliente ci ha chiesto,  nel trasmettere un messaggio, nell’individuare un target di riferimento con il quale comunicare, tutto questo è importante. Scegliere la modella giusta per poterlo fare, scegliere la giusta location e il fotografo adatto che saprà sfruttare le luci al meglio, o il palco più adatto ad ospitare una manifestazione, una sfilata. Tutto questo significa scegliere i mezzi con il quale il cliente ci ha chiesto di comunicare per lui, con i suoi clienti… e lo fa attraverso di noi. 

 

Parallelamente alle produzioni, tu e il tuo team avete preso parte alla regia e alla direzione artistica di importanti eventi, come il Cosmoprof On Hair e la sfilata di Isabel Benenato alla Milano Fashion Week Uomo. Quali sono le maggiori difficoltà nell’organizzazione di eventi di questo calibro?

 

Un evento, grande o piccolo, presuppone esattamente gli stessi step e la stesse difficolta. Ogni evento è importante, che esso voglia comunicare a trecento persone o per un parterre da mille persone, non cambia. L’organizzazione è l’elemento fondamentale. 

Siamo la regia e la direzione artistica di On hair, sono lo Show Director della Shangai Fashion Week,  ci occupiamo di sfilate di moda, l’ultima della quale ci siamo occupati è stato durante la Milano Fashion Week Men con Isabel Benenato, solo per citarne una. Sta di fatto che da qui a Marzo e poi di nuovo a Giugno, ci vedremo impegnati in tantissimi eventi diversi. Ciò che accomuna questi eventi è la voglia di portare a casa un risultato perfetto.

Quindi partendo dal concept dell’evento stesso, dove dobbiamo ricercare la location, immaginare un allestimento tecnico audio, video e luci che sia in grado di supportare al meglio tutte quelle che sono le informazioni da trasmettere attraverso il nostro evento. Tutto ciò non basta: la scelta dei vestiti, il moodboard degli abiti, il moodboard del make up. Tutto è parte del risultato finale; tutto determina la perfezione. Portare avanti un evento significa portare avanti un team che lavora ad unisono; un team che è in grado di comunicare all’interno e verso l’esterno e di questo noi siamo fieri perché il nostro team è in grado di fare il lavoro nel modo migliore. 

 

 

Oltre ad essere un noto beauty consultant e capo di Bookin’ Agency, sei direttore artistico di Fashion Avenue Accademy: Quale è stato il motivo che ti ha spinto ad aprire un’accademia di make up?

 

Fashion Avenue Academy è nata da un’esigenza. 

Bookin è un fashion producer, quindi ci occupiamo di produzioni fotografiche ed eventi, ma per poter far questo dobbiamo esser certi che il risultato sia impeccabile. La parte del Make Up è fondamentale: avere buoni make up artist significa avere buona parte del lavoro già fatto.  Anno dopo anno mi sono reso conte che mi arrivavano dei make up artist che avevano tante informazioni, tante nozioni didattiche, ma pochissima pratica. In altre parole dovevo riformarli, spiegare loro cos’era la moda e come lavorare su un set, ma soprattutto spiegagli quali, in quel momento, erano le tendenze principali. 

Ed ecco che il make up artist diventa un elemento fondamentale nella costruzione di un’immagine. Ed ecco qui che nasce Fashion Avenue Academy. Non poteva essere diverso. 

Fashion Avenue Academy è un’accademia per Make Up Artist che parte si da una base didattica, ma tutto ciò non basta. Non basta saper mettere un colore sul viso attraverso dei pennelli per potersi definire un make up artist. Oggi, per potersi definire un make up artist completo bisogna sapere cos’è la moda, cosa significa il termine bellezza e come moda e bellezza vengono comunicati. Questo è ciò che insegnamo a Fashion Avenue Academy, oltre ovviamente alle basi fondamentali del Make Up 

 

Le tematiche affrontate durante i corsi sono tante: dalle basi di cosmetologia alle acconciature. Quale è, secondo te, la lezione più importante che gli studenti dell’accademia dovrebbero imparare?

 

La cosa più importante da comprendere è che oggi la moda, come ha detto Anna Wintour, “non ha una direzione univoca”.  Oggi la moda è un sistema di comunicazione che ci permette di comprendere cosa riteniamo bello: questa è la lezione più importante di Fashion Avenue Academy. 

Fashion Avenue Academy è un viaggio  a tutto tondo all’interno di questo panorama, dove moda, bellezza, trend, colore, luce e fotografia trovano una perfetta simbiosi e dove la didattica è accompagnata costantemente dalla pratica. 

Set, backstage, fotografia, sfilate di moda e non ultima gli stage determinano quel risultato fondamentale che è la capacità di saper lavorare. 

 

Questo 2018 sarà ricco di importanti novità: puoi già da ora accennarci qualcosa? 

 

Un anno è lungo e in un anno accadono tantissime cose. 

Il 2018 si è appena affacciato e noi già siamo partiti in quarta! Abbiamo chiuso con la Milano Fashion Week Uomo, a Febbraio si aprirà la Fashion Week Donna che ci vedrà protagonisti in collaborazione con almeno 4 maison diverse: Aigner, Cristina T. ,  un grande colosso cinese con Septwolves. Poi proseguiremo a Marzo, con il grande evento Cosmoprof on hair. Due giorni dopo il Cosmoprof si partirà direttamente per Shangai, insieme ad undici persone del mio team per affrontare “one undred top designer”, l’evento di inaugurazione della Shangai Fashion Week, che ci vedrà impegnati per più di una settimana. Al ritorno si parte con la stagione della fotografia che terminerà solo con Giugno, che ci vedrà sui set con almeno quattro fotografi diversi, per tante collezioni e tante campagne prodotto. Tutto questo solo nel primo semestre. 

Insomma, un anno è lungo, quindi ci sono veramente tanti impegni, ma soprattutto tante sorprese. 

lascia un commento
Vuoi maggiori informazioni sui corsi e servizi di Fashion Avenue Academy?

Compila i campi qui sotto per essere ricontattato subito.

Torna
all'inizio