Milano design week: La redazione di Vogue Italia apre le porte ai visitatori durante il Fuorisalone

Per quattro giorni la redazione si è trasformata in uno spazio pubblico con l’intento di sottolineare la forza del legame tra il lettore e la rivista di moda più importante al mondo. Noi di Fashion Avenue Academy non potevamo mancare!!!

31306781 10212579255460325 8437040671159746560 n

Life in Vogue è un progetto di restyling che vede protagonisti otto designer di fama internazionale a cui è stato affidato il rinnovo degli uffici della redazione Vogue Italia.

Il designer Faye Toogood si è occupato di re- inventare completamente l’ufficio del direttore di Vogue Emanuele Farneti. L’ex studio di Franca Sozzani è stato completamente ripensato proprio per sottolineare il passaggio dalla direzione femminile alla direzione maschile di Emanuele Farneti. Scrivanie in legno e sedie con gli angoli arrotondati per dare una linea più soft alla stanza, l’intero ufficio è rivestito da tele fatte a mano rappresentanti le più famose copertine di Vogue. Fien Muller e Hannes Van Severen hanno arredato la stanza dei “Vogue Talents e Casa Vogue” con un’opera dal nome “Wire s #9” una biblioteca con annesso spazio relax per evidenziare non solo il lavoro ma anche l’importanza del riposo durante la giornata lavorativa. A Sabine Marcelis spetta lo studio creativo. La designer lo arreda mettendo in contrasto vecchie e nuove tendenze: viene creato uno spazio, diviso da un sipario, completamente bianco che simboleggia la visione del futuro e studiato come luogo utile per pensare ad idee innovative durante i brief. Parallelamente la stanza dei grafici, arredata da Antonio Critterio e Patricia Viel, mette a confronto l’estetica della moda con un design confortevole e stimolante. Lo studio dell’attualità è completamente ripensato e diviso in due stanze da Patricia Urquiola. La prima stanza rappresenta il presente che si proietta verso il futuro mentre la seconda ricorda il passato che, in qualche modo, condiziona positivamente il presente. Queste due stanze, apparentemente incoerenti tra loro, sono una riflessione sul lavoro contemporaneo. Lo studio della redazione beauty è un viaggio negli anni Sessanta/Settanta: il designer Michael Bargo arreda lo studio con fragranze, trucchi e grafiche pubblicitarie che hanno fatto la storia del beauty e della cosmesi, lasciando le pareti bianche in contrasto con la moquette viola. 

Il guardaroba di Vogue è arredato con pezzi forniti da Alcantra, mentre le pareti sono disegnate a mano dalla giovane illustratrice Elena Borghi che interpreta secondo il suo stile. L’intero corridoio e coperto di tavole in legno asimmetriche tra loro dove si possono intravedere le copertine storie di Vogue. Pensato da Mario Bellini, la sequenza di tavole in legno rappresenta la spina dorsale dell’essere umano e collega tutte le stanze delle redazioni sopra descritte per dare un senso di unione agli spazi.

Visitare la redazione Vogue Italia è stata sicuramente un’esperienza eccezionale per noi operatori del Fashion e del Beauty systems ma anche unica per tutti i visitatori che sono entrati in un universo dove Storia, Arte, Moda e Design si fondono alla perfezione.

lascia un commento
Vuoi maggiori informazioni sui corsi e servizi di Fashion Avenue Academy?

Compila i campi qui sotto per essere ricontattato subito.

Torna
all'inizio