Leonardo Da Vinci: dialogo tra l'arte e il make up

Senza titolo-1

Negli ultimi decenni sfogliando i fashion magazine, le riviste di beauty e cosmesi e assistendo alle sfilate abbiamo iniziato sempre più ad apprezzare i lavori di famosi make up artist paragonandoli ad opere d’arte. 

Ma cos’ha in comune un make up artist con uno dei più famosi artisti della storia vissuto nel Rinascimento: Leonardo da Vinci?

Se stai leggendo questo articolo e sei un appassionato di make up siamo sicuri che almeno una volta nella vita, avrai sentito parlare della tecnica chiaroscurale Leonardiana.

Qualcuno la chiama così rendendo omaggio a questo mito indiscusso, qualcuno ne parla semplicemente facendo dei riferimenti. 

Cosa lega dunque il make up e la bellezza ad uno dei più grandi geni dell’umanità?

Ce lo rivela Silvia Bellu, docente del percorso creativo “Art and Craft” by Fashion Avenue Academy.

Leonardo Da Vinci,  non è stato solo Maestro in pittura, scienza, ingegneria e in quasi tutti i campi del sapere ma anche un grandissimo anatomista, nessuno più di lui conosceva il corpo umano, studiato, analizzato, disegnato. Così attraverso un gioco di proporzioni teorizzò una modalità, attraverso la quale si poteva rendere equilibrato qualsiasi volto grazie al contrasto di luci e ombre: ecco svelato il nostro famosissimo contouring! Se vi state chiedendo se quindi ogni viso deve rispettare dei canoni per essere armonioso senza rispettare la propria morfologia, la risposta è NO. 

Secondo questa teoria ogni viso è diverso dall’altro e ogni forma ed esigenza va trattata come unica, la magia di Leonardo è la verità, nella semplicità si trova la bellezza, un concetto che risuona molto contemporaneo e attuale. 

Il make up artist lo dice la parole stessa è un artista, quindi non può tralasciare la luce, e di conseguenza l’ombra, scolpire un viso seguendo questo gioco di luci e ombre, è una tecnica fondamentale per la realizzazione di un Make-up che rende armonici e reali i tratti del viso, agendo sulla tridimensionalità e rispettando sempre l’unicità dell’individuo e quindi il senso stesso della bellezza.

A cosa dobbiamo questa sensazione poetica di bellezza? È la bellezza dell’imperfezione che ci rende unici. Leonardo è stato il mago della perfetta imperfezione, dell’imperfetta simmetria, ogni opera ha qualcosa che ci lascia vibrare interiormente. Chi di voi non ha mai visto lo sguardo “strabico”della Gioconda, anche frettolosamente sui libri, una volta? Leonardo aveva tratto queste regole osservando volti e esprimendole proprio in questo capolavoro oggi al Louvre. Questo sguardo non è solo dato dalla deviazione dell’occhio verso l’esterno ma anche e in particolare,  è il modo in cui osserva. La osserva veramente, tanto che sembra che il suo sguardo ci divori e ci immerga nell’enigma, nella magia, nel mistero della vita. 

La prima regola per un make up artist e per un artista è saper osservare.

Potrei citarvi tante altre opere in cui riemerge questa bellezza canonizzata e anche non, imperfetta ma armoniosa, calibrata nelle suoi chiari e nei suoi scuri, in un equilibrio che ogni make up artist dovrebbe sempre prendere come esempio per arrivare a un risultato vero e performante.

“La semplicità è l’ultima sofisticazione”

(Leonardo Da Vinci)

 

Photo credits: https://www.vogue.it/photo-vogue-festival/2018/05/10/huawei-a-new-renaissance-photo-vogue-festival-2018/

 

 

 

lascia un commento
Vuoi maggiori informazioni sui corsi e servizi di Fashion Avenue Academy?

Compila i campi qui sotto per essere ricontattato subito.

Torna
all'inizio