La Shanghai Fashion Week volta pagina con Vittorio Masciarelli alla regia, diventando internazionale

La più importante Fashion Week made in China volta pagina e diventa internazionale e apre con l’evento 100 Top Designers, coordinata dalla regia e direzione artistica di Vittorio Masciarelli

imm 2 sgw

Anno dopo anno l’universo a sé stante del Fashion System cinese cresce e si internazionalizza.

Faro di questo processo è la Shanghai Fashion Week che, con questa stagione, dà il via ad un progetto continuativo, Fashion on the Bund – 100 Top Designers, che punta ad accogliere stilisti da tutto il mondo occidentale all’interno di un unico incubatore creativo, presentando le loro collezioni.

L’evento 100 Top Designers al contempo consacra la Shanghai Fashion Week come evento internazionale ma anche come evento mediatico di apertura e di inaugurazione della settimana della moda di Shanghai.

Sin dalla nascita,  la Fashion Week di Shanghai ha visto calcare le sue passerelle dai più grandi designer cinesi, ma solo con qualche sporadica presenza internazionale. Questa stagione, grazie agli enormi investimenti della Shang Text e al coordinamento artistico nonché regia di Vittorio Masciarelli, apre l’evento 100 Top Designers con cinque presenze internazionali.

I cinque designers che sfileranno per la One Undred Top Designers saranno: Sis, Eric Tibusch, Murmur di Andreea Badala , Yezael,  I’m Isola Marras.

Sis di Truus e Riet Spijkers: Brand nato dall’idea di due sorelle olandesi, diplomate all’ Artez (Accademia di Belle Arti di Arnhem). Dalla fondazione del loro marchio di moda (Spijkers e Spijkers), nel 2000, il duo ha prodotto una collezione Primavera / Estate e Autunno / Inverno con sfilate a Parigi e Londra e Amsterdam. Nel luglio 2010, la coppia di designer ha presentato la sua seconda linea sotto il nome SIS, dopo una prima collaborazione all’interno di Viktor & Rolf.

Eric Tibusch: Stilista francese creativo e visionario, nel 2006 lancia il suo brand di alta moda, presentando la sua prima collezione con il nome “felicità”. Nel luglio 2013, ha presentato la sua 15a collezione couture nello spazio Pierre Cardin per autunno-inverno 2013-2014. Da sempre interprete della grande tradizione couturier parigina, ad oggi vanta più di venti collezioni di alta moda.

Murmur: linea di abbigliamento femminile ideata da Andreea Badala, carratterizzata da forme audaci e seducenti che mantengono una linea vintage. Il suo marchio viene lasciato nel 2011, a seguito dei suoi studi al London College of fashion e dopo aver fatto esperienza lavorativa con Alexander McQueen e Richard Nicoll.  Oggi i suoi vestiti vengono indossati da grandi star come Beyoncé e Madonna.

Yazael by Angelo Cruciani: Proveniendo da una grande famiglia di tradizione sartoriale ( Cruciani), Angelo muove i primi passi nella moda per grandi brand rivolti ad una clientela giovanile: Sixty PhHard, Blue Rose Jeans. Maturata una visione assolutamente personale della moda, intraprende quel percorso di successo che lo porta in pochi anni a vestire lo star system italiano.

I’m Isola Marras: Figlio di uno dei più grandi designer del fashion system italiano (Antonio Marras), Rocco Marras non ne raccoglie solamente l’eredità ma fa proprie idee e concetti, dando nuovo volto e nuova spinta creativa alla linea I’m isola marras, nata come seconda linea del brand Antonio Marras. La nuova I’m Isola marras lo rappresenta in pieno: informale, street, con una moderna vena grunge che si rivolge ad un pubblico giovane.

L’evento di inaugurazione della Shangai Fashion Week aprirà le porte al mercato europeo, ma soprattutto al Made in Italy, rafforzando così la linea fashion che da di anni unisce la Cina con l’Europa. Vittorio Masciarelli sarà uno dei protagonisti di questo importante cambiamento che influenzerà il Fashion System italiano ma soprattutto il mercato cinese. 

lascia un commento
Vuoi maggiori informazioni sui corsi e servizi di Fashion Avenue Academy?

Compila i campi qui sotto per essere ricontattato subito.

Torna
all'inizio